Archi gonfiabili per gare podistiche, ciclistiche e di moto

Archi gonfiabili per gare podistiche, ciclistiche e di moto

21 Settembre 2022 Off Di admin

Fra le strutture gonfiabili più utilizzate in ambito sportivo troviamo sicuramente gli archi gonfiabili, che sono molto utilizzati per eventi di vario tipo e principalmente per le gare podistiche, ciclistiche, di moto, di macchine e di sci.

Per gare podistiche, che fanno parte dell’atletica leggera, si intendono un insieme di attività a piedi (che possono essere su pista come su strada) quali ad esempio le gare di corsa o di marcia. Fra le gare di corsa su pista troviamo la mezzofondo e la mezzofondo prolungato, fra quelle su strada la mezza maratona, la maratona, l’ultramaratona, la corsa campestre, la corsa in montagna, la marcia 20 km, la marcia 50 km e la camminata nordica.

Oltre che per le gare podistiche, l’arco gonfiabile viene utilizzato anche per gare ciclistiche quali le corse a cronometro e le corse a tappe. Frequentemente capita anche di vederli soprattutto nelle gare di motocross e a volte anche nelle gare di moto su strada. Per le gare di macchine è capitato qualche volta di vedere degli archi gonfiabili, più spesso in quelle di sci dove si utilizzano spesso archi gonfiabili fatti in maniera diversa rispetto a quelli tradizionali alla partenza degli sciatori: si tratta di archi di dimensioni ridotte in lunghezza ma più spessi ai lati (per l’arrivo invece vengono utilizzati archi gonfiabili più tradizionali).

L’utilizzo degli archi gonfiabili, come quelli realizzati da Gonfiabili-Pubblicitari, è divenuto sempre più massiccio negli ultimi anni durante gli eventi sportivi (come punto di partenza e come traguardo) di varie tipologie per una serie di motivazioni. Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono queste motivazioni:

  • Costi: gli archi gonfiabili hanno costi molto inferiori rispetto a strutture identiche realizzate con materiali più tradizionali quali ferro, acciaio o legno. Visto che i costi sono inferiori, e la funzione è la stessa, molti organizzatori di eventi hanno preferito questa tipologia di struttura nel corso degli anni.
  • Trasporto: il trasporto è un altro punto a favore degli archi gonfiabili rispetto alle strutture tradizionali. Gli archi gonfiabili, infatti, occupano poco spazio durante il trasporto in quanto vengono gonfiati e sgonfiati in loco prima che inizi l’evento: le strutture tradizionali invece occupano molto più spazio quando devono essere trasportate.
  • Montaggio/smontaggio: una volta trasportato sul luogo dell’evento, per montare un arco gonfiabile bisognerà solo procedere a gonfiarlo in pochi minuti, stesso discorso per quando dovrà essere smontato basterà procedere a sgonfiarlo in altrettanto tempo. Per archi realizzati con materiali tradizionali, che devono essere assemblati con vari pezzi, i tempi necessari sono molto più lunghi.
  • Forza lavoro: per montare un arco gonfiabile è necessaria poca forza lavoro, massimo 1 o 2 persone. Per assemblare un arco fatto con materiali quali acciaio, ferro o legno invece (a seconda delle dimensioni dello stesso) saranno necessarie un certo numero di persone che dovranno occuparsi di scaricarlo, assemblarlo e smontarlo.
  • Customizzazione: gli archi realizzati con materiali gonfiabili sono customizzabili piuttosto facilmente sia per quanto riguarda le dimensioni che per le forme, i colori e i banner che possono esservi applicati sopra. Lo stesso discorso vale anche per quelli realizzati con materiali tradizionali che però risultano essere meno impattanti e permettono di essere meno personalizzati soprattutto per quanto riguarda le forme degli stessi.

In base agli elementi sopracitati, risulta abbastanza facile capire come mai negli ultimi anni sempre più gli organizzatori di eventi abbiano preferito soluzioni come gli archi realizzati con materiali gonfiabili rispetto a quelli tradizionali. Negli anni a venire probabilmente questo trend continuerà a crescere e sempre più organizzatori preferiranno soluzioni di questo tipo rispetto a quelle tradizionali.