Come localizzare gratis un cellulare

Come localizzare gratis un cellulare

12 Agosto 2019 0 Di admin

Gli Smartphone, soprattutto quelli di ultima generazione e delle marche più ambite, hanno un costo notevole ma ancora di più è alto il valore, non economico ma in termini di contatti e di altri contenuti, al loro interno o nella Sim per cui non trovare più il tuo apparecchio, dimenticato chissà dove, diventa un evento doppiamente drammatico, per il costo dello Smartphone e per tutti i contatti, le foto, le conversazioni che perdi inesorabilmente. Sarebbe bello se ci fosse un modo per rintracciarlo, per sperare di recuperarlo ovunque si trovi. Questa possibilità esiste anche se in tanti ne ignorano l’esistenza e rinunciano, pertanto, a cercarlo ulteriormente e si rassegnano alla perdita. Utilizzare questa possibilità ne varrebbe la pena anche se fosse un servizio a pagamento ma dal momento che è gratis, non esiste un motivo per non utilizzarla. Vi sono metodi diversi a seconda che si tratti di uno Smartphone con sistema operativo Android, iOS o Windows Phone ma noi oggi ti illustreremo il sistema per localizzare gratis il tuo Smartphone Android.

Questa possibilità è possibile grazie al fatto che Google, Microsoft e Apple installano nei loro sistemi un servizio antifurto, quindi presenti in quasi tutti i telefoni, almeno certamente in quelli maggiormente costosi ma anche in altri di minor costo di diversi marchi, che consentono la localizzazione da remoto e anche comandare alcune funzioni come, ad esempio, il blocco dell’accesso, comandarne lo squillo oppure ancora, se proprio non si riesce a recuperare l’apparecchio, almeno cancellare tutti i dati presenti e i contenuti per tutelare la tua privacy ed evitare che dati sensibili possano cadere in mani sconosciute. Questi risultati sono possibili combinando insieme le tecnologie GPS, WiFi e le reti mobili dei vari operatori ma ora entriamo nel vivo dell’argomento e vediamo come puoi agire. 

Come localizzare lo Smartphone

Per gli apparecchi che utilizzano Android il riferimento funzionale è rappresentato dal programma antifurto di Google chiamato “Trova il mio dispositivo”, un servizio gratuito che funziona tramite GPS, Reti mobili e WiFi che blocca se lo vuoi, il dispositivo tramite un Pin mostrando un messaggio nella sua lock Screen, tra le altre funzionalità possibili cui abbiamo già accennato. Affinché il servizio svolga la sua funzione, è necessario che il telefono sia acceso ma puoi comunque impostare le funzioni in modo che nel momento in cui il terminale è acceso e connesso ad internet, la localizzazione ha luogo. Ovviamente il tuo Smartphone deve avere attivi i servizi di localizzazione, senza i quali il programma non ha modo di agire e deve essere associato ad un account Google, cosa che certamente avrà. Se così non è, ti invitiamo a configurare in questo modo il tuo telefono subito, prima di aver bisogno, speriamo di no, di questo servizio Google.

La prima cosa da fare, adesso che il tuo Smartphone è  nelle tue mani, è impostare, se ancora non esistente, il  tuo account Google per non rischiare di non poterlo localizzare nel momento del bisogno; inoltre dal menù impostazioni di Android verifica che sia attiva la geolocalizzazione e nel caso attivala spostando la levetta relativa a questa voce su “ON” e mettendo un segno di spunta sulle opzioni GPS, Reti Mobili e WiFi. Se il tuo dispositivo è impostato in questo modo e hai bisogno di localizzarlo, dal servizio “Trova il mio dispositivo”, sposta la levetta su “ON”. Ora sei pronto a localizzare l’apparecchio sulla mappa che ti viene mostrata e puoi impostare, se vuoi, i comandi da remoto di cui ti abbiamo precedentemente parlato. Tieni conto che se il tuo Smartphone ti è stato rubato, è possibile che la persona che ha compiuto tale atto potrebbe sapere a sua volta queste cose e disattivare la geolocalizzazione rendendo impossibile la localizzazione.